Il retroscena Gronda, pecore e Agnoletti

di Massimiliano Lussana

Ecco, forse si è chiarito tutto giovedì mattina. Quando la sagoma inconfondibile (soprattutto a Genova) dell’europarlamentare di Rifondazione comunista Vittorio Agnoletto si è materializzata sui luoghi della protesta dura e pura contro la Gronda, fra le facce conosciute dei Comitati del Ponente e della Valpolcevera. Alcune, fra l’altro, sono sempre le solite di ogni manifestazione e di ogni protesta.
Penso che in quel preciso momento, con le dichiarazioni di Agnoletto che si complimentava con i Comitati perchè non si limitano a dire di no alla Gronda vicino a casa loro, ma propongono i piani alternativi fatti di Porto Lungo-Sponda del Polcevera-Strada a mare-merci su Ferrovie-Metropolitana cittadina e quello che abbiamo imparato a memoria in questi mesi di Dibattito Pubblico (...)