Retroscena Allo studio le mosse per salvare la prima di Sant’Ambrogio

È sempre più isolata la posizione del Fials, il sindacato autonomo dell’orchestra. L’intenzione del teatro, condivisa da Cgil, Cisl e Uil, è di prendere qualsiasi provvedimento non antisindacale che consenta di alzare il sipario. Esclusa la precettazione, impossibile in campo artistico, si valutano le altre possibilità, incluso scritturare altri musicisti o un’altra orchestra. «Scioperi sconsiderati e irresponsabili - va all’attacco a nome dei confederali Domenico Dentoni, della Uil -: mettono a rischio la parte variabile del salario di tutti e anche l’occupazione, perché con bilanci in rosso il teatro potrebbe rivedere la programmazione». La quota di premio efficienza e produzione che il teatro può non mettere in busta paga oscilla tra i 1000 e i 2400 euro l’anno.