REVISIONE DEI CANONI

Una modifica al regolamento sul canone per l'occupazione degli spazi e delle aree pubbliche ha compattato la Provincia di Savona. L'ordine del giorno presentato ieri pomeriggio a Palazzo Nervi dall'assessore al Bilancio Montaldo, prevedeva infatti alcuni aggiornamenti che sono stati votati all'unanimità dai consiglieri. La modifica che ha raccolto maggiori consensi è stata quella incentrata sull'agricoltura che prevede l'abolizione del canone per i coltivatori diretti e l'accesso ai fondi speciali per i coltivatori diretti o i pensionati ex coltivatori. Gli altri due ordini del giorno hanno spaccato il consesso tra maggioranza e opposizione. Il primo sul bilancio di previsione ha visto il voto contrario dell'opposizione, giustificato dal capogruppo del Pd Russo col fatto che «manca una progettualità e sembra che la Provincia voglia terminare il suo mandato ancor prima dei tempi». «I conti si fanno alla fine - ha replicato il capogruppo del Pdl Demichelis -. La Provincia è in prima linea in tante campagne, albergatori e turismo per citarne solo due».