Revisori, si cambia

Il registro dei revisori contabili «trasloca» in casa dei commercialisti. Da domani la gestione passerà infatti a un consorzio formato dai consigli nazionali dei ragionieri e dottori commercialisti: il decreto legislativo del 23 gennaio 2006 ha infatti attribuito all’ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili (la nuova professione unica) le competenze sul registro istituito presso il ministero della Giustizia. In attesa della partenza dell’Albo unico, cioè fino al 31 dicembre 2007, i due consigli nazionali hanno creato il consorzio «Istituto dei revisori contabili» per la gestione del registro, presieduto da Francesco Serao, che ha indetto tre gare per l’informatizzazione. L’istituto fungerà da segreteria della Commissione centrale per i revisori contabili, presieduta da Emilio Malpica. Il trasferimento dal ministero della Giustizia dei dati cartacei - archivi storici e pratiche in lavorazione - e dei file informatici è stato completato nei giorni scorsi, a cura del comitato esecutivo del consorzio diretto da Pietro Rosi e Giovanni Morano, e da domani sarà operativo il sito internet www.istitutorevisoricontabili.it. In Italia sono attualmente oltre 140mila i professionisti iscritti nel registro dei revisori.