Revocato lo sciopero

È stato revocato lo sciopero del trasporto pubblico locale in programma per mercoledì prossimo. Lo ha annunciato ieri l’Asstra, l’associazione che riunisce le aziende di trasporto locale. La vertenza si trascinava ormai da nove mesi, e riguardava l’indennità di malattia dei lavoratori del settore. Ieri mattina è giunto però l’accordo, a conclusione di una trattativa durata quattro giorni senza interruzioni. Secondo quanto riferiscono i sindacati, l’intesa rende il trattamento di malattia degli autoferrotranvieri omogeneo rispetto agli altri settori produttivi. Soddisfazione è stata espressa dalle parti, con qualche distinguo: per il presidente dell’Asstra, Marcello Panettoni, l’accordo è un fatto positivo, ma comporta una spesa elevata, 100 milioni di euro, 65 in più del 2004. Panettoni invita quindi le istituzioni e gli enti proprietari delle aziende a migliorare la loro situazione economica. Dal canto loro, i sindacati di base (Sult Tpl, Sincobas, Cub trasporti, Slai Cobas, Confederazione Cobas) valutano negativamente «l’esclusione dall’intesa di una parte significativa degli autoferrotranvieri della aziende private rappresentate dalla Associazione Anav». \