Rhodia perde il 13% a Parigi

La ripresa di attività dopo la Festa del Ringraziamento non ha portato novità a New York, con gli indici in frazionale calo. La chiusura è avvenuta su basi irregolari: a un deciso recupero di General Motors (più 2,8%) ha fatto riscontro il calo dei farmaceutici, con Merck che arretra del 3,6% all’annuncio della riduzione del personale. Giù anche la blue chip Google (meno 1,1%), nonostante l’aumento delle vendite. Crollo della Borsa di Buenos Aires (meno 4%) dopo le dimissioni del ministro dell’Economia Roberto Lavagna. Indici in negativo per le piazze europee. Londra perde lo 0,8%, trascinata al ribasso dai petroliferi come BP, in ribasso di oltre il 2%. Realizzati i titoli minerari. Più contenuta la flessione di Parigi (meno 0,28%) sostenuta dal rialzo di Rhodia (più 13,8%), ma richieste anche Cap Gemini e Alcatel. A Francoforte male Deutsche Post (meno 2,2%), nel giorno dell’incontro del management con la comunità finanziaria a New York.