«Rialzati sanità» per dire no ai tagli di Marrazzo

Tantissimi i medici, gli infermieri e gli operatori sanitari del comparto pubblico ma anche delle strutture convenzionate che hanno preso parte ieri pomeriggio al convegno promosso dal Popolo delle Libertà sul tema «Rialzati Sanità». L’incontro si è svolto al Visconti Palace Hotel e che ha visto fra gli altri gli interventi del senatore Domenico Gramazio, segretario della Commissione di indagine sul Servizio sanitario nazionale, di Tommaso Luzzi, componente della Commissione della Sanità della Regione Lazio, del candidato a sindaco di Roma Gianni Alemanno, e di Alfredo Antoniozzi, candidato alla Presidenza della Provincia di Roma. De tagli annunciati dalla giunta Marrazzo ha parlato il consigliere comunale uscente Luca Gramazio, che si ricandida al Comune nella lista del Pdl. «Nel piano ospedaliero di Roma predisposto dalla Regione Lazio, ancora una volta si vogliono chiudere - ha detto Luca Gramazio - tre ospedali storici della nostra città. Parlo del San Giacomo, parlo del Nuovo Regina Margherita, dell’ospedale Forlanini, quest'ultimo sarà venduto per trasferirvi in loco gli uffici della Regione Lazio». «È una vergogna - ha tuonato il giovane e battagliero consigliere comunale - che Roma debba essere penalizzata con il taglio di duemila e seicento posti letto, non è possibile che una grande metropoli, una capitale, una delle più grandi e importanti città del mondo, non possa avere strutture sanitarie adeguate. Ci auguriamo - ha concluso Luca Gramazio - che con la vittoria del Popolo delle Libertà al Comune di Roma e con l'affermazione di Gianni Alemanno quale sindaco, si possa rivedere questo pazzesco piano ospedaliero, che taglia i posti e chiude importanti strutture».