Riaperto il Museo Picasso di Antibes in Costa Azzurra

E' stata presentata alla Triennale di Milano la riapertura del Museo di Picasso di Juan-Les-Pins, in Costa Azzurra, dove sono stati annunciati, in anteprima nazionale, i nuovi capolavori (circa 150 opere) provenienti da collezioni private e di musei che, nel 2009, arriveranno al Museo di Juan-les-Pins: 1945-1949 «L’era della rinascita». Il primo appuntamento con i visitatori, nell’ambito di una grande mostra, è per la prossima primavera. Una nuova esposizione che sarà un'occasione per guardare in modo diverso al periodo che si è soliti definire «il Picasso di Antibes», confrontando le opere realizzate durante il soggiorno dell'autunno 1946 al Castello Grimaldi, e che costituiscono oggi il cuore della collezione del Museo d'Antibes, con le opere che le hanno immediatamente precedute e seguite. Questa ricontestualizzazione in una prospettiva storica più ampia della produzione dell'artista, dall'immediato dopoguerra alla fine degli anni Quaranta, permetterà di inserire i Picasso d'Antibes in una cronologia creativa particolarmente ricca nel corso di questi anni felici, e di cui il dipinto «La Joie de vivre/La Gioia di vivere» costituisce una sorta di emblema. E' stato citato l'Hotel Imperial Garoupe (punto di riferimento per i visitatori del Museo Picasso) che è splendidamente posizionato nel Cap d’Antibes. La riapertura del museo era un evento atteso dagli appassionati d’arte, e del maestro spagnolo in particolare, così come dai visitatori in senso più generale, costituendo comunque un punto di riferimento imprescindibile per conoscere Picasso.