Riapre il porto, si ferma la città: code e incidenti

Il porto riapre i varchi, ma è subito caos. È stata una giornata infernale quella di ieri per il traffico in città e sulle autostrade genovesi. E a complicare la già difficile situazione l’incidente in serata tra Pegli e Voltri.
Il traffico è rimasto infatti bloccato per ore per un tamponamento al chilometro 8 nella galleria di San Pietro: quattro i veicoli coinvolti, due i feriti e otto i chilometri di coda registrati a partire da Genova Aeroporto, e la paura a fare da protagonista. Ma il traffico era già andato in tilt a partire dalle prime ore del mattino, la paralisi ha coinvolto tutto il nodo autostradale genovese subito dopo la riapertura dei varchi portuali al termine dello sciopero di 48 ore, proclamato subito dopo la morte di Fabrizio Cannonero, l’operaio caduto venerdì notte da una nave al terminal Sech.
Al normale traffico del lunedì mattina si sono aggiunti infatti le centinaia di mezzi pesanti incolonnati da giorni, specie sul ponte elicoidale che dal casello di Genova Ovest conduce al porto, ma anche tutti quei automobilisti che ieri mattina hanno cercato di raggiungere il capoluogo. Tutta la zona di San Benigno è rimasta paralizzata; si sono registrati infatti oltre sei chilometri di coda, che sono aumentati durante il corso della giornata. Le maggiori difficoltà sono state registrate tra Genova Bolzaneto e Genova Ovest, sulla A10 Genova-Savona a partire da Voltri e sulla a partire da Nervi. La situazione resterà comunque difficile anche per oggi per le code dei mezzi pesanti in attesa di entrare in porto.
A complicare la situazione è anche il consistente peggioramento delle condizioni meteorologiche. La protezione civile ha emesso un allerta meteo a partire da questo pomeriggio. Gli esperti prevedono infatti piogge, temporali e forti venti. Non si escludono nevicate anche a quote collinari e una forte diminuzione delle temperature.