Riassetto «choc»: tagli a 14.500 posti

Hewlett-Packard

Hewlett-Packard, il colosso dei computer e delle stampanti, ha ieri annunciato l’atteso varo di un maxi piano di ristrutturazione: il taglio di 14.500 posti di lavoro, pari a quasi il 10% dell’interno organico. Questo genererà a regime risparmi annui per 1,9 miliardi di dollari. La compagnia di Palo Alto si lascia così le spalle l’era di Carly Fiorina, l’ex numero uno che ha siglato il matrimonio con la Compaq, ed entra ufficialmente in quella di Mark Hurd, con il nuovo piano. Già a maggio, circa 2.000 dipendenti della divisione stampanti hanno lasciato la società accettando incentivi. Il taglio dei posti di lavoro sarà portato a termine nell’arco dei prossimi 18 mesi e già dal 2006 porterà benefici per 1,6 miliardi. La ristrutturazione del gruppo punta a semplificare l’organizzazione, accorpando i reparti vendite e marketing al fine di migliorare la comunicazione con la clientela. Ieri il titolo ha perso a New York l’1,48 per cento.