Ricattano la Bpm Due in manette

La polizia postale ha arrestato due comaschi residenti a Faloppio, in provincia di Como, per estorsione. Sono infatti accusati di aver chiesto mezzo milione di euro in contanti alla sede centrale della Banca Popolare di Milano, minacciando altrimenti di sabotare il sistema informatico dell'istituto. Sono finiti in carcere Dino Merga, 37 anni e Dino Abati, 64 anni, fermati a Faloppio giovedì sera. I due avevano dato appuntamento a un funzionario della banca alle 20.30 per strada e all’appuntamento sono andati anche i poliziotti. Nelle scorse settimane l’istituto di credito aveva subito dei tentativi di intrusione nel sistema informatico, ai quali erano seguite le minacce con richiesta di denaro. La polizia ha consigliato al personale della banca di prendere tempo e assecondare le richieste per risalire al server da cui partiva la minaccia. La Polposta ha «tracciato» le richieste arrivate via e.mail arrivando a un server appunto al confine con la Svizzera. Ma alla fine i due sono arrestati con il sistema più semplice: sorprendendoli mentre ritiravano il denaro.