Il ricatto di Gheddafi all’Italia

Il leader libico Muammar Gheddafi ha rivelato che i dimostranti che due settimane fa diedero l'assalto al consolato italiano di Bengasi volevano uccidere il console e i suoi familiari, ed ha ribadito la richiesta all'Italia di risarcimenti per il periodo coloniale. In caso contrario non sarà possibile escludere ulteriori attacchi contro interessi italiani. I libici, ha aggiunto Gheddafi, in un discorso pronunciato a Sirte e trasmesso in diretta dalla tv, «odiano l'Italia», per le sofferenze subite durante la colonizzazione.