Ricavi di 4 miliardi entro cinque anni

La Danieli, tra i primi tre produttori mondiali di «acciaierie chiavi in mano» e quotata a Milano, conta di raggiungere entro i prossimi 5 anni un fatturato di 4 miliardi (dai 2,583 dell’ultimo esercizio). Dei quattro miliardi, hanno reso noto il presidente del gruppo Gianpietro Benedetti e l’ad Franco Alzetta, tre dovrebbero essere generati dal settore dell’impiantistica e uno da quello della produzione di acciai speciali. La Danieli - hanno reso noto Benedetti e Alzetta - realizzerà inoltre nei prossimi 2-3 anni investimenti per più 100 milioni per realizzare cinque centri manifatturieri di servizi per l’assistenza ai clienti in India, Turchia, Brasile, Usa e Medio Oriente». La realizzazione dei centri servizi è una delle cinque linee che la Danieli ha individuato «per continuare a svilupparsi».