Ricchiuti, l’ex rossoblù ha fatto tremare la Juve

Luca Russo

Sospiro di sollievo. Nicola Barasso salterà solo la partita con il Rimini. I suoi cinquanta metri di corsa per denunciare un'irregolarità dopo il gol del Vicenza sono stati puniti dal giudice sportivo Gian Paolo Tosel con una sola giornata di squalifica. Pena mite, insomma, per una protesta plateale che poteva sfociare in una punizione più importante considerato anche il fatto che, in quel momento, il portiere rossoblù indossava la fascia da capitano.
Anche il Rimini di Acori, prossimo avversario del Grifo, fa i conti con i provvedimenti della giustizia sportiva considerato che sabato al Ferraris dovrà fare a meno del centrocampista Cristiano fuori per un turno dopo l'espulsione con la Juventus.
Squalifiche a parte, Gian Piero Gasperini contro i romagnoli potrà finalmente disporre di alternative, sia in difesa che a centrocampo, che gli consentiranno di ruotare i giocatori in vista del doppio impegno ravvicinato con il turno infrasettimanale. Chi è pronto al rientro dopo la giornata di stop che aveva maturato l'anno scorso con la maglia del Torino è Raffaele Longo. «Sono pronto e speriamo di fare una buona stagione - ha dichiarato il centrocampista 29-enne - il campionato è lungo, ma c'è un gruppo che ha qualità, è un misto di giocatori esperti e di giovani. La partenza è quella giusta». Rientra Longo, ma non è sicuro del posto da titolare vista la concorrenza di Coppola.
«Il dualismo è normale se l'obiettivo è importante - confessa il giocatore nato e cresciuto nel Napoli - Il turn-over è normale per tutti. A me piace sia impostare il gioco che rompere quello degli altri, sono pronto a tutto».
Poi arriva un monito in vista della partita con i romagnoli.
«Attenzione al Rimini che ha fatto ottimi investimenti e ha giocato alla grande con la Juventus - commenta - ma troverà un Genoa motivato che vorrà fare la partita».
Chi scalpita intanto è Lucho Figueroa. La data del suo debutto in squadra, inizialmente previsto per metà ottobre, potrebbe avvicinarsi sensibilmente se i prossimi giorni confermeranno il suo stato di salute. L'attaccante argentino ha partecipato anche ad una partitella con i compagni prima di proseguire il programma differenziato. Tornati in gruppo invece Greco e Sculli.