Riccione, il buen retiro di Penati lontano dai guai giudiziari

Lasciato a casa il trolley pieno di documenti che aveva portato con sé per andare davanti ai pm di Monza, l’ex vice presidente della Regione Lombardia, Filippo Penati (nella foto), ha fatto la valigia per le vacanze ed è partito per un temporaneo buen retiro al mare. Dovendo scegliere, l’ex capo della segreteria di Pier Luigi Bersani, ha stabilito di cercare quiete e relax a Riccione, nella rossa Romagna. Così, domenica scorsa, dopo aver trascorso otto ore davanti ai pm per rispondere delle accuse di concussione, corruzione e finanziamento illecito ai partiti, Penati ha lasciato Milano e la Lombardia alla volta della Perla dell’Adriatico. Lunghe passeggiate sul lungomare e trattamenti nel centro benessere dell’hotel «Le Ninfe» in compagnia della moglie, la ricetta per dimenticare l'inchiesta sull’Area Falck. La locandina della struttura dove la coppia ha trascorso questi giorni parla di un luogo che «aiuta a stimolare la pace interiore». La vacanza ieri è finita, Penati la «pace interiore» l’avrà trovata?