Riccione, il Comune accusa: "Il Cocoricò deve 100mila euro in tasse"

Una nuova tegola sul locale, riaperto da soli due mesi. Ora il municipio chiede il conto

Cocoricò, foto d'archivio

Ci sarebbe un nuovo guaio in vista per il Cocoricò, il noto locale di Riccione. È il Comune, questa volta, a farsi sentire, sostenendo che la società che lo gestisce, la Piramide srl, non ha versato quasi 100mila euro di Taru negli ultimi quattro anni, un importo destinato a crescere "per le maggiorazioni previste per legge".

Il locale ha riaperto soltanto due mesi fa, dopo quattro mesi di stop per la morte di un sedicenne causata da una overdose da ecstasy. E ora presenta il conto il municipio, secondo cui dal 2012 al 2015 le tasse sui rifiuti - mai pagate - si sono accumulate. Alle casse mancano circa 400mila euro di Tari, se si considera la gestione precedente del locale. E in Comune non sembrano disposti a passarci sopra.

Commenti

treumann

Lun, 15/02/2016 - 22:26

Ma mi chiedo: c'era bisogno che un giovane morisse in quel locale la scorsa estate per far aprire gli occhi su tutto il marciume che regnava lì dentro? Persino l'evasione fiscale, e poi chissà cos'altro.

Ritratto di mbferno

mbferno

Mar, 16/02/2016 - 07:51

Chiuderlo per sempre mi pare la minaccia più sensata per riscuotere il dovuto, e la migliore per questi luoghi di "deviazione mentale e fisica".

Ritratto di calbert65

calbert65

Mar, 16/02/2016 - 10:04

I soliti bacchettoni che sembra non abbiamo mai avuto 18anni.. ma fatemi il piacere.. E dove dovrebbero andare i giocano per ballare e socializzare ascoltando musica? sui social network?? ai rave party? nei disco bar(versione in piccolo di una discoteca)?? la solita invidia di chi penaa che i proprietari fanno i milioni sulla pelle degli altri.. una volta forse.. oggi è crisi anche qui.. quindi un business come un altro che però dà lavoro e porta gente..