La Rice a Bagdad: vicina l'intesa per il ritiro

La visita a sorpresa
del segretario di Stato americano coincide con la fase finale dei negoziati sul futuro della
presenza militare americana. Il vice ministro degli Esteri iracheno indica il 30 giugno 2009 come data del possibile ritiro

Bagdad - Stati Uniti e Iraq sono "molto vicini" a un accordo sul ritiro dei militari americani dall’Iraq. Lo ha detto il segretario americano di Stato, Condoleezza Rice, in visita a sorpresa a Bagdad. "Siamo molto, molto vicini a un accordo sullo status delle forze americane", ha detto la Rice riferendosi al futuro dei militari statunitensi in Iraq e al quadro della sicurezza che dovrebbe precedere l’uscita delle truppe a stelle e strisce dall’Iraq.

Il vice ministro degli Esteri iracheno, Mohammed al-Haj Hamood, aveva indicato la data del 30 giugno per il ritiro ma una fonte militare americana contattata dalla Cnn ha sottolineato che quella data è un obiettivo, una scadenza che può variare a seconda delle condizioni militari sul terreno.

Maliki Gli sviluppi nel campo della sicurezza e dell’economia raggiunti da Bagdad sono stati illustrati oggi dal primo ministro iracheno Nouri al-Maliki al segretario di Stato americano. Il premier ha sottolineato come tutte le delegazioni che hanno visitato di recente l’Iraq hanno espresso soddisfazione per gli sviluppi politici e sul fronte della sicurezza.