La Rice in Libia: "Nessun nemico è permanente"

Gli Stati Uniti riaprono
alla Libia, dopo 55 anni di relazioni diplomatiche difficili,
un segretario di Stato stringerà la mano a Muammar Gheddafi. La Rice assicura: "Questo è solo l’inizio,
non la fine"

Tripoli - Il segretario di Stato Usa, Condoleezza Rice, è giunta oggi a Tripoli per una missione definita da lei stessa "storica". "Il mio viaggio dimostra che gli Stati Uniti non hanno nemici ’permanentì", ha detto la Rice all’arrivo.

L'apertura americana La visita di Condoleezza Rice a Tripoli è la prima di un segretario di Stato Usa in Libia, 55 anni dopo l’ultima missione di John Foster Dulles nel 1953. "Quando i Paesi sono pronti a cambiare le proprie strategie, gli Stati Uniti sono pronti a rispondere. Francamente non avrei mai pensato di visitare la Libia e quindi è una cosa significativa", ha aggiunto il segretario di Stato Usa, sottolineando che la missione "dimostra quanto siano andate avanti le relazioni tra Usa e Libia, ma questo è solo l’inizio, non la fine". La Rice incontrerà stasera il leader libico Muammar Gheddafi, e dividerà con lui l’Iftar, il pasto che conclude le giornate di Ramadan.

Un incontro storico Gli Stati Uniti riaprono alla Libia, dopo 55 anni di relazioni diplomatiche difficili, un segretario di Stato stringerà la mano a Muammar Gheddafi. È questo il senso del viaggio storico di Condoleezza Rice appena arrivata a Tripoli per la prima volta dal 1953, quando il segretario di Stato John Foster Delles incontrò il Re Idris, rovesciato dal colpo di stato di Gheddafi nel 1969. Una nuova cooperazione risultato di un dialogo ripreso dopo i tragici eventi dell’11 settembre e culminato nel 2003 quando il leader libico scelse di andare avanti con il programma di armi di distruzione di massa. "Si tratta di un nuovo capitolo nelle nostre relazioni bilaterali", ha detto la portavoce di George Bush, Dana Perino. "Nel migliorare le nostre relazioni con la Libia - ha aggiunto - sarà possibile ampliare la nostra cooperazione bilaterale in molte aeree come la sicurezza, i diritti umani, il commercio, la scienza e la tecnologia". "È un momento storico - ha detto stamane da Lisbona la Rice -arrivato dopo molte difficoltà e sofferenze".

I nodi da sciogliere Con Gheddafi questa sera la Rice condividerà l’Iftar, il pasto della rottura del digiuno del Ramadan. "Parleremo naturalmente anche di Sudan, questione in cui la Libia gioca un ruolo importante". Le relazioni Usa-Libia si ruppero ufficialmente nel 1981 quando gli Usa misero la Libia nella lista degli stati canaglia. Ronald Reagan definiva il colonnello Gheddafi un »cane pazzo« e nel 1986 fece bombardare Tripoli. Nel 1988 i libici fecero esplodere un colo Londra-New York provocando 270 morti.