La Rice a Putin: «Troppo potere al Cremlino»

Mosca. Il segretario di Stato Usa Condoleezza Rice ha lasciato ieri sera Mosca con un’ultima stoccata al poco caloroso ospite Vladimir Putin, reo fra l’altro di averle fatto fare anticamera il giorno prima: «C’è troppa concentrazione di potere al Cremlino», ha ribadito ai giornalisti che l’accompagnavano nella difficile e prevedibilmente fallita missione a Mosca per difendere lo scudo anti-missile americano nell’Est europeo. «È un Paese in mezzo a una grande transizione. E questo rende le relazioni bilaterali più difficili», ha detto la responsabile della diplomazia americana dopo aver incontrato i rappresentanti dei diritti umani in Russia. «Tutti abbiamo dei dubbi sulla piena indipendenza della giustizia» russa, ha aggiunto per rincarare la dose.