Ricerca, via al bando da 118 milioni per le imprese

Sono 118 i milioni di euro a disposizione delle imprese lombarde per sviluppare la ricerca e l'innovazione in dieci settori strategici: dall’aerospazio all’agroalimentare, dall’edilizia sostenibile alle biotecnologie. È quanto prevede il bando lanciato da Regione Lombardia insieme al ministero dell’Istruzione, dell’università e della ricerca, pubblicato nelle scorse settimane e aperto fino al 23 novembre prossimo. Il bando, finanziato in parti uguali (59 milioni di euro) da Regione Lombardia e ministero, è frutto dell'intesa sottoscritta dal presidente Roberto Formigoni e dal ministro Mariastella Gelmini nel dicembre dello scorso anno.
E sono stati proprio loro a comunicare l'apertura ufficiale del bando. «Si tratta di una iniziativa di straordinaria importanza - ha detto Formigoni - soprattutto in un periodo come questo, attraverso la quale promuoviamo la realizzazione di progetti di ricerca industriale e di attività di sviluppo sperimentale da parte di piccole e medie imprese lombarde. Lo scopo del bando è di innalzare il contenuto tecnico-scientifico di prodotti e processi che favoriscano la competitività del sistema produttivo e scientifico lombardo».
«È la prima volta in Italia - ha aggiunto Formigoni - che viene realizzato un bando congiunto di questo genere, con il Ministero che mette a sistema e razionalizza misure in precedenza attivate separatamente».
«Il bando - aggiunge la Gelmini - permetterà di fare rete tra le Pmi e di aprirsi anche alle eccellenze lombarde nel campo dell'Università e dei centri di ricerca».