La ricerca del consenso facile distruggerà la nostra società

Più passa il tempo e più in Italia la situazione dell’ordine pubblico sta diventando insostenibile. A Torino tre «giovani marocchini», futuri cittadini italiani, hanno rapinato 7 persone in appena un’ora. Parlando con un amico tedesco ho notato che è rimasto sconvolto dal sapere che il 40% dei detenuti è costituito da stranieri, infatti da loro, pur avendo 8 milioni di extracomunitari la percentuale di detenuti stranieri non supera il 20%. Il tutto si spiega con la quasi assenza di clandestini in Germania e con i controlli asfissianti dei documenti da parte della polizia tedesca. Da loro il tasso di espulsione dei clandestini rintracciati sfiora il 99%. In Italia cosa propone il governo su questo tema? Cittadinanza facile, diminuzione dei Cpt, ingressi liberi, rimpatri volontari, il tutto al solo scopo di garantirsi un bacino elettorale con cui evitare il prossimo tracollo. Tutti questi folli provvedimenti vengono giustificati da inesistenti richieste dell’Unione Europea, come se non si sapesse che nella Spagna del socialista Zapatero occorrono 10 anni per prendere la cittadinanza, 8 in Germania. Se poi con questa invasione si distrugge la società e il futuro del nostro Paese a questa sinistra non importa nulla.