Dalla ricerca Eurosets un brevetto per l'insufficienza respiratoria

Sono più di tre milioni ormai i casi stimati di influenza H1N1 al mondo, molti dei quali aggravati da insufficienza respiratoria acuta e alcuni, addirittura, rivelatisi letali. Ma dal distretto biomedicale modenese arriva una soluzione che contrasterà definitivamente l'aggravarsi anche di questa patologia. Eurosets, azienda italiana leader a livello internazionale nella produzione di dispositivi medici per l'autotrasfusione, la Cardiochirurgia e l'Ortopedia, ha messo a punto nei laboratori di ricerca biomedicale della propria sede di Medolla (Modena) un dispositivo che consente il recupero funzionale delle strutture polmonari danneggiate in grado di funzionare ininterrottamente 7 giorni su 7. Questo primato tutto italiano è l'A.L.ONE ECMO (Artificial Lung One for Extracorporeal Membrane Oxygenation), frutto di un anno di ricerca di altissimo livello e di investimenti pari a oltre 1 milione di Euro sostenuti anche dal Gruppo Villa Maria, la holding ai vertici della sanità privata italiana che nel '98 ha acquisito Eurosets.
Il nuovo dispositivo, presentato ai più grandi luminari del settore in occasione del recente Congresso Europeo di Cardiochirurgia (EACTS) tenutosi a Vienna, è stato utilizzato al San Raffaele di Milano e sta conseguendo ottimi risultati sui pazienti affetti dalla sindrome influenzale H1N1: il gruppo di medici dell'ospedale, coordinato dal professor Zangrillo e dal dottor Pappalardo, hanno già applicato il dispositivo sulle casistiche presentatesi, ottenendo il riposo dell'organo respiratorio e la conseguente ripresa dei pazienti. Riconosciuta la sua efficacia, il dispositivo A.L.ONE ECMO nell'arco del prossimo anno vedrà la sua diffusione a livello internazionale: Eurosets fornirà il dispositivo in Europa, nei Paesi dell'Est, in Medio Oriente e in India.
Per quanto riguarda l'A.L.ONE ECMO in Italia, spiega il dottor Pappalardo, medico anestesista del San Raffaele: «All'interno della nostra struttura un paziente affetto da H1N1 è appena sopravvissuto grazie alla metodica ECMO: il dispositivo della Eurosets ha rivelato piena efficienza per 5 giorni consecutivi. L'influenza suina sta dando l'occasione per diffondere e applicare su coloro che presentano difficoltà respiratoria acuta questa metodica, della quale verranno implementati 14 Centri di riferimento, diffusi in tutt'Italia, per il trattamento di questa patologia».
Eurosets nasce nel 1991 come azienda specializzata nella produzione di componentistica O.E.M. per aziende biomedicali. Oggi è leader a livello internazionale nella produzione di dispositivi medici per l'autotrasfusione, la Cardiochirurgia e l'Ortopedia. Nel 1998 venne acquisita dal Gruppo Villa Maria, polo europeo di alta specialità per la Chirurgia toracica, vascolare e cardiaca, la Cardiologia e la Neurochirurgia, con 33 strutture sanitarie all'avanguardia in Italia e all'estero, oltre 90.000 ricoveri, più di 3 milioni di prestazioni ambulatoriali e diagnostiche, 2.700 posti letto, un programma di investimenti all'estero verso la Francia e l'Est europeo. La holding opera in sanità, benessere termale, ricerca, produzione di dispositivi medici e servizi alle imprese. Il Gruppo occupa oltre 5.000 persone.