Ricerca, i giovani campioni della Formula ATA

da Balocco (Novara)

Con la sponsorizzazione primaria di Alfa, Fiat Group, Brembo, Dell'Orto e di altri grandi nomi dell’industria italiana dell’automotive, si è svolta a Balocco (Novara), la seconda «Formula ATA», serie di competizioni riservate ai veicoli progettati e realizzati dagli studenti delle Facoltà di ingegneria delle Università europee. La manifestazione si inserisce nel circuito di gare nate nel 1981 negli Usa su iniziativa dell’Associazione americana degli ingegneri (SAE) e delle case operanti nel settore automotive, e che fin dalla prima edizione hanno avuto come protagoniste le vetture monoposto in cui gli studenti dei college avevano distillato i frutti dei loro studi. Negli anni, la formula SAE si è arricchita di nuove prove e classi.
In primo luogo la Formula TECH, nata nel 2005, è stata ideata dall’ATA con l’intento di valorizzare le innovazioni frutto del lavoro di ricerca che si sviluppa negli atenei di tutto il mondo nel campo della mobilità a basso e bassissimo impatto ambientale. In questo settore sono ancora pochi gli eventi che valorizzano le innovazioni e nessuno di questi è rivolto alla ricerca universitaria. La Formula TECH si propone di incoraggiare studenti e giovani ingegneri a partecipare con idee o realizzazioni innovative atte a sviluppare una mobilità sostenibile basata su veicoli terrestri a due, tre o quattro ruote. L’evento favorisce non solo il confronto a livello tecnico-scientifico, ma crea anche un’opportunità di incontro tra mondo accademico e industriale. La Formula TECH si articola su due classi: la Classe 1 mette in competizione veicoli completi; la 2 vede il confronto di progetti teorici. La stessa formula SAE è suddivisa in due sezioni analoghe: la Classe 3 per progetti puri e la 1, ovviamente più densa di contenuti agonistici, in quanto basata, oltre che su approfondite presentazioni e analisi statiche dei veicoli progettati e realizzati dagli studenti, anche su prove dinamiche quali accelerazione, frenata ed endurance su un circuito di 22 chilometri con rilevazione dei consumi. I partecipanti sono stati valutati da una ventina di esperti. A Balocco, alle competizioni della Formula SAE, hanno partecipato 17 vetture e 4 progetti. Come lo scorso anno, gli studenti dei due istituti universitari di Graz si sono aggiudicati la vittoria. Per la classe Progetti, invece, hanno prevalso gli studenti dell’ateneo di Firenze. In Formula TECH il successo è andato allo scooter elettrico del Politecnico di Torino.