Ricerca Istat: uno su cinque compera online

Comodità e risparmio di tempo. Sono i due ingredienti principali del successo della spesa on line. Un fenomeno in continua crescita, come dimostrano i dati raccolti dalle principali aziende della grande distribuzione. Esselunga, per esempio, ha registrato, dal 2005 a oggi, più di 25mila nuovi utenti, una buona parte dei quali ha fatto acquisti sul suo sito web. Nell’ultimo anno, rende noto l’azienda, il 7 per cento dei milanesi ha fatto la spesa su Internet, una percentuale che sale al 21 per cento se si considerano solo i click provenienti dal centro della città. Migliaia sono anche gli utenti registrati al sito Volendo.com: 45mila, dei quali 14mila sono clienti abituali. «Gli ordini consegnati in una settimana - dice il direttore marketing Elisabetta Bosio - sono circa 1.500». Questi dati sono in linea con lo sviluppo esponenziale dell’e-commerce in Italia, nel quale la spesa per alimentari rappresenta l’1 per cento del totale. Il 2006 si è, infatti, chiuso con un giro d’affari complessivo di quattro miliardi di euro, ossia una crescita del 45% rispetto all’anno precedente. Secondo l’Istat almeno una persona su cinque ha utilizzato la Rete per fare acquisti negli ultimi 12 mesi. Secondo gli analisti, a decretare il successo del commercio sul web sono la diffusione ormai capillare della banda larga, la crescita dell’offerta nei negozi virtuali e la crescente fiducia degli utenti nei confronti dei siti di e-commerce (eBay su tutti). Ai quali si aggiunge la maggiore dimestichezza degli italiani con Internet.