La ricerca sul cancro si aiuta con la roulette

La ricerca sul cancro ha un nuovo, inatteso alleato: il tavolo da gioco. Aiutare l’Airc (Associazione italiana per la ricerca sul cancro) elargendo un’offerta per partecipare a un giro di roulette: è questa la ragione per cui, martedì sera, diversi personaggi dello spettacolo e della mondanità si sono dati appuntamento presso il centro sportivo Flaminia. L’iniziativa è stata organizzata da Fabiana Catamari e Luca Dubbini, manager della catena di sale da gioco «Les Grands Casinos de Tunisie», che conta tre casinò tra Hammamet e la costa tunisina. Tre tavoli da gioco sono stati allestiti con l’aiuto di croupier professionisti. I partecipanti, in cambio delle fiches, hanno destinato una somma in beneficenza per la ricerca contro i tumori.