La ricetta del Pdl Galati per rilanciare il Sud grazie al federalismo

Dall’utilizzo delle rimesse degli emigranti come venture capital per lo sviluppo, all’«adozione» delle imprese locali, dagli incentivi per gli immigrati intellettuali di ritorno fino a un progetto per l’emersione delle economie sommerse. La questione meridionale trattata oltre le consuete logiche di analisi e portata fuori dagli schemi dell’assistenzialismo, attraverso la proposta di soluzioni concrete: questo è Al Sud come al Nord (edizioni Rubbettino, collana «Transatlantico») l’ultimo libro di Giuseppe Galati, deputato Pdl e già sottosegretario alle Attività produttive. Nel libro del 48enne avvocato di Catanzaro, la cui prefazione è a cura del suo capogruppo Fabrizio Cicchitto, una delle parole più ricorrenti è «responsabilità»: la responsabilità delle classi dirigenti meridionali, necessaria conseguenza dell’attuazione del federalismo.