LA RICETTA

Si progeda (im-me-dia-ta-men-te) a cancellare la legge che ha permesso la quotazione in borsa delle società, con contestuale revoca delle quotazioni esistenti.
S'imponga la liquidazione di tutte le società professionistiche, con relativi e tassativi obblighi di legge che ne derivano, a carico dei vecchi proprietari, presidenti e organi societari.
Si censiscano 80 squadre «nuove» tra serie A, B e C1 in regola con quanto sopra.
Si divida la «torta» dei diritti televisivi in parti uguali tra le 80 società e si obblighino tutte le società a prestare non fidejussioni ma garanzie reali sui bilanci preventivi.
Si formino, quindi, 4 gironi nazionali.
Si scelga, per ogni girone, una o due teste di serie, in base alla storia, ai risultati e al bacino d'utenza.
Si penalizzino, in modo graduale, le squadre che fossero intanto risultate coinvolte nelle frodi sportive, in modo tale che esse inizino il campionato da meno X, a seconda della gravità delle responsabilità accertate.
Si disputino i 4 campionati, senza retrocessioni.
Le quattro squadre vincenti si giochino lo scudetto ai play off.
Al termine, per la stagione 2007/2008, si formi la serie A con le prime 5 qualificate nei quattro gironi, la serie B con le squadre arrivate dal sesto al decimo posto, e si dividano le restanti in due gironi di C1.
P.S. Possiamo parlarne?