Ricettatori catturati con tre chili d’oro

Quasi tre chili di gioielli rapinati martedì in una gioielleria di Pavia e 30mila euro in contanti. È quanto stava trasportando sulla sua Nissan Micra il 66enne Claudio Pascucci insieme con il fratello Ettore, di 64 anni, fermato dalla polizia intorno alle 19.30 di martedì mentre percorreva via Ravenna, in zona Corvetto.
I poliziotti della squadra mobile hanno riconosciuto Claudio Pascucci, residente a Vizzolo Predabissi, noto per i suoi diversi precedenti per ricettazione, e hanno deciso di fare un controllo scoprendo la refurtiva del colpo compiuto la mattina, intorno alle 12.30, nella gioielleria «Tempesta» di corso Vittorio Emanuele I a Pavia.
La titolare del negozio, martedì sera è stata convocata in questura dove ha riconosciuto gli anelli, le collane, i bracciali e i tre orologi rubati nel suo negozio ma non ha riconosciuto i Pascucci come i rapinatori e alle 22.30 per i due fratelli è scattato il fermo per ricettazione.
Nell’abitazione di Ettore Pascucci, incensurato, è stato trovato un biglietto aereo per il Belgio, dove l’uomo vive e dove martedì sera avrebbe dovuto tornare, prima che la polizia lo fermasse.