Richards cade dalla palma: ricoverato

Il chitarrista dei Rolling Stones è in un ospedale neozelandese ma l’incidente non sembra grave

da Milano

Allora sembra proprio una maledizione, quella della band più oltraggiosa della storia del rock. Keith Richards, chitarrista dei Rolling Stones, è stato ricoverato in un ospedale neozelandese per una commozione cerebrale mentre era in vacanza con la moglie Patti alle isole Figi.
Secondo indiscrezioni, Richards sarebbe caduto da una palma all'inizio della settimana, ma soltanto ieri è stato deciso il ricovero per precauzione. Una conferma in tal senso è stata data dalla portavoce dei Rolling Stones, Fran Curtis, la quale ha assicurato che il chitarrista sessantaduenne sta già meglio.
Dopo le prime cure praticategli in una struttura locale, Richards è stato trasferito per precauzione in una clinica a Auckland, dove è ancora sotto osservazione. Il gruppo è impegnato nel tour mondiale «A Bigger Band», che lo ha visto in Giappone, Cina, Australia e in Nuova Zelanda il 18 aprile a Wellington. Salvo imprevisti, sarà in Europa con la prima tappa a Barcellona e, il 22 giugno, a Milano, dove l’attesa è molto alta e i biglietti sono già in vendita.
Insieme con Jagger e il batterista Charlie Watts, Richards è la spina dorsale dei Rolling Stones sin dagli anni Sessanta, quando si imposero con una grande carica trasgressiva e vitale.
I suoi precedenti di gioventù, con arresti ed eccessi di stupefacenti e alcol, gli hanno dato la reputazione di ultimo superstite della generazione «rock 'n' roll». Quando sale sul palco, il suo stile inconfondibile merita gli applausi. Ma le sue foto, pubblicate spesso su tutti i giornali del mondo, raffigurano in pieno questa sua condizione.