Richiesta di Cadeo: "Spazzamento globale in tutte le strade"

Dopo gli appelli inascoltati rivolti all' Amsa, l'assessore al Verde Cadeo si rivolge all'A2a: "Non esistono cittadini di serie A e B, lo spazzamento globale deve essere svolto in tutte le strade"

Milano - L'assessore al Verde del Comune di Milano Maurizio Cadeo lo chiede da tempo, lo spazzamento globale dell'intera città. I suoi ripetuti appelli rivolti all' Amsa, l’azienda municipalizzata della nettezza urbana, sono sempre caduti nel vuoto. E così, Cadeo non si è perso d'animo e si è rivolto direttamente al piano più alto, ovvero Giuliano Zuccoli, presidente del consiglio di gestione di A2A, società che controlla Amsa. A lui ha chiesto che venga esteso in tutta la città il sistema di spazzamento globale che consente la pulizia delle strade senza lo spostamento delle autovetture in sosta.
"Mi sono rivolto a Zuccoli - ha affermato Cadeo - perché faccia un regalo a questa città e conoscendo Zuccoli non solo come ottimo manager ma come uomo di grande sensibilità civica, sono certo che il mio appello non restarà inascoltato".

Il tutto per evitare che i residenti dei quartieri in cui non è ancora attivo incorrano nelle multe le notti in cui è previsto il passaggio dei
mezzi tradizionali di pulizia. "A Milano non possono esistere
cittadini di serie A e di serie B - ha affermato Cadeo - è ora
che lo spazzamento globale, una tecnologia che A2A sta
esportando in tutto il mondo, sia applicato in ogni strada di
Milano". Bisognerà solo sperare che gli appelli di Cadeo non cadono nel vuoto anche questa volta.