Richiesta di rinvio a giudizio per ex compagno della Bianchi

Rischia di finire sotto processo Federico Focherini, l’ex fidanzato della campionessa di body building Claudia Bianchi, 34 anni, morta l’8 marzo 2004. Il procuratore aggiunto Italo Ormanni e il sostituto Diana De Martino hanno infatti chiesto il rinvio a giudizio dell’uomo, su cui deciderà il gup. Focherini, anche lui noto body builder, è accusato di morte come conseguenza di un altro reato, in quanto, secondo la ricostruzione degli inquirenti avrebbe procacciato all’ex fidanzata le sostanze anabolizzanti assunte dalla donna in vista di una gara di culturismo. L’imputato, sentito dai magistrati, ammise di aver consigliato a Claudia di fare uso di sostanze dopanti, senza però avergliene mai procacciate, come invece asserirono i familiari della donna. Contro di lui vi è anche la dichiarazione degli stessi familiari della Bianchi, ai quali Claudia avrebbe riferito di aver ricevuto per 2.500 euro dall’imputato, oltre che la testimonianza di una donna anche lei culturista che avrebbe ricevuto dall’uomo sostanze anabolizzanti. Nel corso degli accertamenti sulla morte di Claudia Bianchi emerse un vasto giro di sostanze dopanti nel mondo dei body builder. Per questo 17 persone finirono sul registro degli indagati.