Richiesti gli assicurativi

Non si arresta la crescita a Piazza Affari, anche se ieri il progresso è risultato all’incirca dello 0,3%, che rappresenta un nuovo massimo, allineato al picco del mese di agosto. In crescita anche il volume degli scambi, attestastosi ieri a 4,28 miliardi. La selettività ha dominato in tutti i comparti, pur risultando quello bancario ancora nel mirino della speculazione: ancora protagonista Bpi (più 3%), in vista della cessione di Antonveneta ad AbnAmro, ma di nuovo in corsa Pop. Milano, mentre in attesa della semestrale corre ancora Capitalia (più 1%). Non desiste l’interesse su Mediobanca (più 2,2%) di nuovo all’attenzione del mercato. Tra i titoli tecnologici svetta Stm, in crescita del 4,6%, con lo scambio del 3,2% del capitale, per la buona performance dei semiconduttori a livello mondiale. Ancora seguiti i titoli dei media, sempre richiesti gli assicurativi, in particolare il duo Generali-Alleanza. Si consolida la quotazione di Fiat, cresce ancora Immsi (più 4,4%) e migliora i massimi Pirelli Re. In secondo piano il settore energetico, per effetto del calo del greggio, con Tenaris che perde il 3,6%, ma resiste Saipem. Tra le variazioni negative di rilievo Italease arretra del 3,6% e Actelios del 2,5%.