Il ricorso della Bpi discusso il 5 agosto

È arrivata la risposta della squadra di legali della Bpi ai recenti provvedimenti della Consob contro la Popolare. Ieri al Tar sono stati infatti depositati i ricorsi contro la recente delibera della Consob che ha sospeso le due offerte presentate dalla Popolare su Antonveneta. Su questa partita gli avvocati chiedono subito la sospensiva del provvedimento che potrebbe arrecare grave danno alla banca guidata da Gianpiero Fiorani. Secondo fonti vicine al dossier sarebbe stata fissata per il 5 agosto la camera di consiglio al tribunale amministrativo sulla sospensione dei provvedimenti.
La Lodi lamenta che «la Consob anziché formulare osservazioni ha deciso di sospendere il provvedimento.
Una decisione che potrebbe arrecare grave pregiudizio in relazione alle garanzie fideiussorie». Inoltre la delibera degli uomini di Lamberto Cardia è arrivata «de relato», cioè non per una decisione autonoma ma su input del sequestro delle azioni di Fiorani e dei concertisti.
Secondo quanto si apprende, i legali di Lodi non si difendono solo sul fronte opa, ma oggi hanno depositato anche l'impugnazione della decisione della Consob che ha individuato il secondo patto occulto, quello tra Stefano Ricucci e la Popolare.