Ricucci: su 26 immobili ceduti, 14 li ha comprati Bpi

Ben 14 cessioni delle 26 vendite complessive realizzate quest'anno dalla Magiste Real Estate e dalla Magiste Re Property di Stefano Ricucci sono state fatte il 19 maggio alla Bpi. È quanto emerge dall'elenco dettagliato delle cessioni fornito dal gruppo dell'immobiliarista. Si tratta di unità immobiliari a Roma, Milano e Perugia cedute per 34,29 milioni, cui si aggiungeranno nel 2006 altri 220 mila euro derivanti da un compromesso già stipulato. È quasi il doppio rispetto al valore che le due società del gruppo Magiste affermano di aver dichiarato nel bilancio 2004 per gli stessi immobili, complessivamente 18,17 milioni (manca però il valore a libro di un immobile poi ceduto per 4,4 milioni). Tra gli stabili ceduti, oltre alla sede in viale Regina Margherita della stessa Magiste, in vista del trasferimento dell'immobiliare di Ricucci nella nuova sede più centrale, figura uno stabile in uso alla stessa Bpi a Roma. Tra le dodici cessioni che non hanno invece coinvolto l'ex Pop Lodi figura tra l'altro l'immobile in via Lima 51 acquistato, come noto, da Sergio Billè per 60 milioni (39 dei quali già versati) per la nuova sede societaria di Confcommercio. Complessivamente le 26 cessioni realizzate dalle due società di Ricucci hanno raccolto quest'anno, al netto dell'Iva, poco più di 79 milioni.