Ridateci il Santoro che non ci piaceva

Michele Santoro, eddai! Ma insomma ieri avevi per le mani un sugo così appetitoso. Prodi che va alla Camera a difendersi sul caso Telecom-Rovati. La Finanziaria di Padoa-Schioppa per la quale gli autonomi, gli artigiani minacciano di scendere giù in piazza. Insomma roba grossa: benzina sul fuoco della costante polemica politica. E Santoro che fa? Una bella puntata sulle missioni dei militari italiani. Tema alto, per carità. Anzi altissimo, tanto per evitare di parlare dei casini del governo. Eppure con le sue piazze ci aveva abituato alla cronacaccia del giorno per giorno, della polemica anche faziosa. Ah, quanto non ci piaceva quel Santoro là: demagogo prima della Gabanelli. Eppure le sue Samarcande, il suo Rosso e Nero facevano discutere e arrabbiare. Oggi si tinge e si silenzia. Ha migliaia di intercettazioni per le mani e le affida alle eleganze di Ferrara e di Lerner su La7. Santoro, eddai. Smetti i panni del Foreign Affairs. E ritorna Nero.