Riducevano in schiavitù ragazze venute dall’Est

Con l’arresto di due uomini e una donna, di cui non sono state fornite le generalità, i carabinieri della compagnia di Civitavecchia hanno sgominato una banda di romeni, che faceva entrare clandestinamente in Italia giovanissime connazionali per poi avviarle alla prostituzione. Le indagini, iniziate alla fine del 2005, avevano già portato all’arresto di altri quattro romeni. La collaborazione di alcune delle ragazze, quasi tutte minorenni, aveva evidenziato fin dall’inizio lo stato di vera e propria schiavitù in cui vivevano le giovanissime straniere.