La riduzione dell’Ici non supera i 200 euro

Scatta dal giugno 2008 lo sconto Ici sulla prima casa. Il taglio si somma alla detrazione già in essere e varia a seconda della città o del paese dove si trova l’abitazione, ma anche in base al valore catastale dell’immobile. A Milano la detrazione base è di 104 euro: vi si aggiungerà uno sconto pari a 66,5 euro per una casa dal valore catastale di 50mila euro, che sale a 133 euro per un valore da 100mila euro e così via sino a un massimo di 200 euro. Oltre al valore catastale di 20mila euro, lo sconto comunque resta fermo ai 200 euro. Inoltre la nuova detrazione non scatterà per i contribuenti dal reddito superiore a 50mila euro l’anno. Secondo il governo, questo nuovo meccanismo esenterà di fatto dall’imposta circa il 30 per cento delle prime case. Di sicuro avvantaggerà i proprietari delle abitazioni dei piccoli comuni, dove la rendita catastale è più bassa. Il vice ministro Vincenzo Visco ha annunciato aiuti ai giovani per l’affitto «se si troveranno le risorse».