Riduzione indirizzi Più semplicità per evitare la dispersione

Una delle novità più evidenti del decreto sarà la drastica riduzione degli indirizzi di studio di licei e istituti tecnici: i primi passeranno da 510 (a far lievitare il numero sono le «sperimentazioni») a 9, i secondi da 204 a 11. Accanto a scientifico, classico, linguistico, artistico, vengono introdotti il liceo musicale-coreutico e quello delle scienze umane (ex magistrali). Lo studio dell’inglese sarà obbligatorio per tutti e cinque gli anni delle superiori (ora al classico è presente solo al ginnasio) e in tutti i nuovi licei saranno obbligatorie due lingue straniere; nei licei scientifico e classico saranno potenziate le materie scientifiche. Le ore di lezione passeranno infine da 50 a 60 minuti.