Riecco Azzurra trent’anni dopo

Dopo quasi trent’anni dalla Coppa America del 1983 - la
mitica barca torna a veleggiare. Stavolta è un Tp52 che porta il guidone
dello Yacht Club Costa Smeralda nel prestigioso circuito Audi MedCup. La
nuova barca è stata battezzata dalla madrina Zahra Aga Khan

C’è un nome che ha contribuito a fare innamorare della vela, e più in generale del mare, molti italiani. È «Azzurra». Dopo quasi trent’anni dalla mitica Coppa America - edizione 1983 - la mitica barca torna a veleggiare, sperando sia di buon auspicio per tutta la nautica italiana. La barca stavolta è un Tp52 che porta il guidone dello Yacht Club Costa Smeralda nel prestigioso circuito Audi MedCup. La nuova barca è stata battezzata dalla madrina Zahra Aga Khan e - nonostante la bottiglia si sia infranta solo al terzo tentativo - ha esordito con un ottimo secondo posto al termine della prima giornata di regate a Cascais (Portogallo), prima tappa del circuito. Un segnale delle grandi potenzialità dell’equipaggio di Bruni e Vascotto. La flotta si sposterà a Cagliari dal 19 al 24 luglio prossimi. «Azzurra» è il simbolo sportivo dello Yacht Club Costa Smeralda, il nome che ha portato la fama e il guidone del Club sui campi di regata internazionali. Voluta dall’Aga Khan e da Gianni Agnelli, Azzurra andò molto vicina alla conquista della Coppa America (skipper Cino Ricci, timoniere Mauro Pelaschier) nel corso della fantastica avventura del 1983 a Newport.