"Rieccomi al Gieffe ma non sarò una Sex and the City"

Parla Alessia Marcuzzi che torna a condurre il reality show più famoso

Milano - Non è incinta. Non si sposerà (per ora). Non farà parte del cast di Amiche mie. Non le è ricresciuto il seno (almeno non tanto). Non è stata spodestata da Paola Perego. Di sicuro condurrà il Grande Fratello. Eccola, di nuovo, Alessia Marcuzzi, spumeggiante come sempre, ma più matura, riflessiva, talvolta anche diplomatica, difettuccio che finora non le è mai appartenuto.

Dunque, sgombrato il campo dai gossip vari, la showgirl torna dal 21 gennaio su Canale 5 al timone del principe dei reality, su cui si è già scatenato il toto concorrenti (il settimanale Chi ha rivelato che ci sarà un trans) e altri siti mettono on line qualche nome. Sarà anche l’unico impegno della conduttrice per i prossimi mesi visto che non potrà partecipare al Sex and the city in versione italiana, essendo il set (a Milano) in contemporanea con il Gieffe (a Roma).

Allora, Alessia, si vociferava che quest’anno non sarebbe entrata nella casa di Cinecittà e che il testimone sarebbe passato nella mani di Paola Perego...
«Invece, eccomi qua, si scrivono tante cose... Comunque nella vita non si può mai sapere e io preferisco non farmi illusioni per poi non rimanerci male, quindi finché non arriva il 21 gennaio...».

Vabbè, il problema di un reality arrivato all’ottava edizione non è certo quello della sua conduzione, ma quella di inventarsi qualcosa di nuovo...
«Dai primi provini che ho visto, mi sembra che quest’anno ci sia un gruppo di persone che vogliono veramente mettersi in gioco e che non puntano soltanto a entrare nel mondo dello spettacolo, desiderio che, peraltro, non ha nulla di male in sé...».

Ogni anno si dice così...
«Però questa è la sola forza del programma: trovare persone di carattere che hanno qualcosa da dire».

Infatti si punta su un transessuale, che avrà esperienze di vita interessanti da raccontare...
«Non si sa ancora se farà parte del cast. E ovviamente non confermeremo nulla fino alla prima puntata. Se ci dovesse essere, comunque, non ci vedrei nulla di male. Il Grande Fratello non ha mai fatto differenze di sesso, religione, razza».

Per contrappeso, ci sarà anche un’intera famiglia...
«Anche questo non è ufficiale. Posso solo dire che la casa sarà un condominio, un edificio a più piani, con diversi appartamenti e vari inquilini, un po’ folkloristica».

Come si sta preparando?
«Studio i provini: quando si arriva alle fasi finali della selezione, comincio a conoscere i concorrenti papabili attraverso i video, imparo i nomi, i caratteri... cerco di diventare un’amica per chi entra nella casa».

Per la prima volta, non avrà il supporto di Marco Liorni fuori dalla casa...
«È una scelta che Marco medita da tempo, a noi mancherà molto, ma dopo tanti anni voleva fare qualche cosa di diverso».

Al suo posto ci saranno ex concorrenti del Gieffe...
«Non mi risulta... altre voci che si rincorrono».

Vabbè, aspettiamo il 21. Le dispiace non entrare nel supercast di Amiche mie: Margherita Buy, Luisa Ranieri, Elena Sofia Ricci? Sulla carta sarà una fiction innovativa, un incrocio italiano tra Sex and the city e Casalinghe disperate...
«Me l’avevano proposto e avevo pure letto la sceneggiatura, che mi sembra molto bella. Però la mia priorità è il Grande Fratello. Se il set si fosse aperto più avanti in Primavera, avrei accettato volentieri. Ma dato che è in concomitanza con il reality, non ci posso fare nulla..»

Arriveranno altre fiction...
«Lo spero. L’azienda sa che recitare è la mia passione. Se ci sarà un’altra serie del giudice Mastrangelo, ne sarò ben lieta. È stato fantastico lavorare con Abatantuono. Hanno detto che ha fatto pochi ascolti, ma è stata anche programmato in un periodo sfortunato e io spero che si decida per un seguito».

Il cinema, dopo Il mio West di Giovanni Veronesi, non l’ha più richiamata...
«C’è sempre snobismo verso i personaggi tv... che ci posso fare?»

Domande di rigore. Con il suo compagno (Carlo Cudicini, portiere del Chelsea), la relazione va sempre a meraviglia, giusto?
«Giusto. Vacanze un po’ con lui a Londra, perfette, un po’ con mio figlio Tommaso. Progetti di matrimonio? Non li escludo, ma ora non sono in programma».

I giornali rosa le hanno contato i centimetri di pancia ipotizzando una gravidanza...
«Divertenti fantasie... avevo solo mangiato un po’ troppo... non penso ad altri bambini per il momento».

Spesso ha detto che non le piacciono alcune parti di sé: le gambe storte e il seno troppo grande, che tra l’altro, dopo la riduzione, sarebbe di nuovo lievitato, vero?
«Era una battuta, che ha scatenato il gossip. Ma si sa che dopo un’operazione, il seno tende a riassestarsi, e certo per me non può essere diverso..».

In questo momento come si sente con il suo corpo?
«Molti “acti regularis” - tanto per citare la nota marca di cui sono testimonial - tutto bene...».

Quindi minigonne mozzafiato anche quest’anno...
«Firmate Alberta Ferretti, per me un gradito ritorno».