Rientro di sangue sulle strade: 18 morti

L’incidente più grave sull’A11, in Toscana, dove hanno perso la vita quattro persone tra cui due bambini

da Milano

Bilancio pesante sulle strade nel giorno dell'Epifania e del grande rientro verso le citta: le vittime sono state diciotto.
In Toscana, vicino a Pistoia, l'incidente più grave, con quattro morti, tra cui due bambini. Pietro e Niccolò avevano rispettivamente 12 e 9 anni e viaggiavano con la mamma, Letizia Bellacci, che di anni ne aveva 45. Con loro anche il papà, Andrea Q., 45 anni. Tornavano a casa, a Firenze. Ma non sono mai arrivati: il loro fuoristrada Honda prima ha sbandato poi si è capottato ruzzolando sul guard rail di un cantiere autostradale e finendo nell’altra corsia dove si è schiantato contro un’altra auto. Erano quasi le due di notte sulle Firenze-Mare e in quattro hanno così perso la vita: Pietro, Niccolò, la loro madre Letizia, e Chiara Francesconi, 31 anni di Capannori (Lucca), che con un'amica stava tornando a casa su una Toyota Yaris.
Alla Polstrada di Montecatini subito intervenuta si è presentata una scena agghiacciante: nelle auto accartocciate ci oltre alle vittime intrappolate tra le lamiere c’erano due persone ancora vive. Si tratta del padre dei due bambini e dell’amica dell’altra donna rimasta uccisa nello scontro, C. M., 45 anni, lucchese. Estratte dai vigili del fuoco sono state trasportate in ospedale e le loro condizioni sono gravi. L'incidente si è verificato all'interno di un cantiere «di lunga durata» con uno scambio di carreggiata che porta su un'unica corsia il transito autostradale. Una strage sulla quale indaga la magistratura. Qualcuno sostiene che il cantiere non fosse segnalato adeguatamente mentre la società Autostrade, con una nota replica spiegando che i lavori in corso «erano opportunamente segnalati secondo quanto prescritto dal Codice della strada». Il procuratore capo di Lucca Giuseppe Quattrocchi ha incaricato la Polstrada di sequestrare il primo elemento del guard rail investito dal fuoristrada e chiesto un'accurata documentazione fotografica dello stato dei luoghi.
Bilancio pesante anche in Sicilia dove hanno perso la vita, in diversi incidenti, sei persone, tra cui due motociclisti. Sulla costiera amalfitana un fuoristrada con tre persone a bordo è precipitato in una scarpata. Bilancio un morto e un ferito grave.