A Rieti piace farlo piccante. Il peperoncino...

Vi piace farlo piccante? A Rieti, dal 21 al 24 luglio, potreste scoprire che il più «brucialingua» tra i peperoncini calabresi è una caramella mou al confronto con il Jalapeno, con il Rocotillo, con il Wax, con il Serrano, con il Cayenna, con il Thai, con lo Scotch Bonnet, con il Jamaican Hot. Nomi di altrettanti gironi infernali, che a loro volta impallidiscono di fronte al più diabolico di tutti, l’Habanero. Che può raggiungere i 300mila Scoville, l’unità di misura della piccantezza che, per dire, nel caso dei peperoncini mediterranei si ferma al massimo a 500.
Nomi e cifre che raccontano il variegato mondo del capsicum (nome scientifico del peperoncino), del quale avranno un assaggio (naturalmente very hot) coloro che si recheranno nel capoluogo sabino in occasione della prima edizione della Fiera campionaria mondiale del peperoncino, un evento che raduna tutte le facce dell’universo spicy: saranno 400 le varietà provenienti dai cinque continenti esposte nei 600 metri quadri allestiti presso il porticato del Palazzo Papale. Ideata e organizzata dall’associazione Peperoncino a Rieti, alla quale partecipano la Camera di Commercio, la Coldiretti e l’associazione commercianti del capoluogo sabino, con la collaborazione dell’Accademia nazionale del peperoncino, la manifestazione racconterà tutti gli aspetti dell’oro rosso della tavola. Che non si limita all’aspetto gastronomico ma esplora i vantaggi per la salute (il peperoncino tra le altre cose previene l’infarto), per l’estetica e anche quelli da sempre favoleggiati per l’eros: nelle sei piazze del centro storico stand gastronomici proporranno prodotti tipici al peperoncino, italiani ma anche stranieri, che possono vantare l’allestimento dello scenografo Gaetano Castello, aiutato dalla figlia Chiara. Ricco il calendario di convegni con produttori, esperti, dietologi e ricercatori; quattro mostre dedicate a fotografia, pittura e satira; e due concorsi per il miglior piatto al peperoncino (presidente della giuria sarà Gianfranco Vissani) e per il miglior articolo di giornalismo enogastronomico (presidente di giuria sarà Marco Sabellico del Gambero Rosso). Informazioni: www.rieticuorepiccante.it.