Rifiuti, Berlusconi: "L'emergenza è superata"

"La fase
acuta dell’emergenza è stata superata, ma resta ancora da fare&quot;. Lo ha detto il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, durante la conferenza stampa dopo l'incontro con i sindaci campani a Napoli. Il nuovo termovalorizzatore sarà costruito nella zona est della città<br />

Napoli - Il momento più grave dell'emergenza rifiuti è passato, ma bisogna andare avanti con la realizzazione di termovalorizzatori e con una "educazione" alla raccolta differenziata per debellare il problema in via definitiva. Lo ha detto il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, in una conferenza stampa a Napoli insieme con il sottosegretario alla Presidenza per l’emergenza rifiuti, Guido Bertolaso, dopo aver incontrato gli amministratori locali e i prefetti per un’analisi delle attività in corso per il superamento dell’emergenza rifiuti.

Cambiamento epocale "Le famiglie napoletane e tutti i cittadini campani dovranno abituarsi ad un cambiamento epocale della raccolta dei rifiuti", ha detto il presidente del Consiglio. "La punta di emergenza è superata e ho ragione di dire che non ci sarà più. Tuttavia non si uscirà dall’emergenza fino a che non si avvierà la raccolta differenziata e non si darà via ai siti di compostaggio e alle discariche", ha detto Berlusconi che ha precisato: "la crisi sarà risolta solo con l’operatività degli impianti che ci accingiamo a costruire".

Termovalizatore ll termovalorizzatore verrà costruito nella zona est Napoli, ha spiegato Berlusconi, sarà "una concentrazione di modernità che produrrà inquinamento come cinque automobili in corsa". Il tempo per questi lavori "da 20 a 24 mesi" e "cercheremo di indurre le aziende a lavorare anche il sabato e la domenica, cercando di anticipare i tempi". "Una volta che la Campania sarà dotata delle necessarie discariche, dei magazzini di compostaggio e un volta che la raccolta differenziata rappresenterà la gran parte della raccolta, si può arrivare all’80%, la Campania sarà avviata alla normalità e sarà d’esempio per le altre regioni italiane".