Rifiuti, Grillo sposa la protesta

Il comico leader dell'antipolitica invoca un cambiamento radicale, una "legge d’emergenza" contro l’utilizzo della
plastica, del monouso e dell’usa e getta"

Napoli - "Questi politici ca..., vanno eliminati, vanno tolti di mezzo...". Beppe Grillo in collegamento telefonico via voce con i manifestanti del presidio di Pianura a Napoli, attacca la politica affrontando l’emergenza rifiuti della Campania. Grillo invoca un cambiamento radicale, una "legge d’emergenza" contro l’utilizzo della plastica, del monouso e dell’usa e getta. "Questa è una emergenza per fare inceneritori sovvenzionati dalle tasse pagate dai cittadini", prosegue Grillo.

"Il discorso della raccolta differenziata porta a porta va bene - prosegue Grillo - ma per prima cosa bisogna diminuire i rifiuti. Bisogna proibire con una legge cittadina, regionale, l’uso della plastica". Invocando un cambiamento di mentalità il leader dell’antipolitica ha aggiunto: "Se non vogliamo diventare un Paese di quinto mondo dobbiamo cambiare profondamente mentalità. Qui abbiamo bisogno di servizi non di cose: abbiamo bisogno di caldo e non di caldaie, di freddo e non di frigoriferi".