Rifiuti, a Marigliano aggredito un poliziotto

Circa 200 dimostranti hanno picchiato l'agente della Scientifica che stava facendo delle riprese all'interno della discarica, uno dei siti previsti dal piano De Gennaro per risolvere l'emergenza. Bloccata anche la superstrada

Napoli - Un poliziotto è stato aggredito stamattina da alcuni manifestanti a Marigliano davanti a uno dei siti in corso di allestimento per lo stoccaggio dei rifiuti. Lo riferisce la polizia. I manifestanti, circa 200, si sono recati davanti all’ingresso del sito e hanno aggredito l’agente della Scientifica che stava realizzando delle riprese del sito, cercando di strappargli la telecamera. Il poliziotto ha riportato delle contusioni. I manifestanti stanno bloccando l’ingresso del sito, impedendo l’accesso ai camion. Alcuni di loro si sono inoltre recati sull'Asse mediano, la superstrada che passa lì vicino, dove hanno dato vita a un blocco stradale.

La situazione Centinaia di tonnellate di rifiuti, ammassate per le strade di Napoli e provincia da mesi, hanno innescato proteste di massa spingendo il governo a inviare l’ex capo della polizia Gianni De Gennaro come commissario nel tentativo di risolvere la crisi.