Il rifiuto Archivio Moroni, la famiglia: «No al sindaco»

(...) mani». Ieri mattina compariva sul sito del centro sociale un comunicato dal tono secco e intransigente a firma della stessa famiglia Moroni, che si rifiuta categoricamente di affidare a Palazzo Marino la gestione dell’archivio. «Se questa giunta avesse minimamente avuto a cuore l’Archivio Primo Moroni non avrebbe mandato ingenti forze di polizia e militarizzato un intero quartiere per sgomberare il centro sociale Cox18, cercando di bloccarne la più che trentennale attività e impedendo la libera fruizione sociale dei materiali dell’archivio. Ribadiamo quindi che per noi familiari la sede naturale dell’archivio è il centro sociale di via Conchetta e che se questa amministrazione s’illude di fare diversamente incontrerà la nostra più ferma opposizione». Firmato Sabina, Maysa, Anna e Chiara, familiari di Primo Moroni. Alla Moratti e all’assessore alla Cultura Massimiliano Finazzer Flory rimane veramente poco da aggiungere.