Riflettori su Luxottica e Stm

Bene l’Europa, chiusa New York

Senza l’assillo dell’apertura di Wall Street, chiusa per la festività statunitense del giorno del Presidente, le Borse europee, dopo i bruschi cali registrati la scorsa settimana, hanno messo a segno una seduta di recupero. L’indice Dj Stoxx 600, che fotografa l’andamento dei principali titoli quotati sui listini del Vecchio Continente, ha chiuso in progresso dell’1,94%. Tra le piazze che hanno registrato le migliori performance si distingue quella di Londra (più 2,75%), spinta dai titoli guida Barclays (che ha chiuso la seduta con un aumento dello 7,6%) e Lloyds (più 7,26%). Per entrambe le società la stampa britannica ha ipotizzato l’annuncio di «robusti» conti economici, portando un po’ di ottimismo in settori come quello del credito e delle assicurazioni che continuano a vivere l’incubo dell’onda lunga della crisi generata dai mutui subprime. Bene tutte le altre piazze: Parigi più 1,89%, Francoforte più 1,98%, Madrid più 1,82%, Amsterdam più 2,26%, Stoccolma più 2,49%, Zurigo più 1,82%.
Piazza Affari, con il Mibtel in progresso dell’1,12%, ha visto sotto i riflettori Luxottica (più 2,39%) e Stm (più 2,81%). Rialzi significativi per Saipem (più 1,55%) ed Eni (più 1,34%), all’indomani della presentazione del piano industriale. A due velocità le tlc, giù Telecom (meno 0,93%), su Fastweb (più 2,82%) e impennata di Tiscali (più 10,05%). Buona intonazione dei titoli finanziari: in luce Mps (più 2,27%) tra i bancari e Unipol (più 1,58%) tra gli assicurativi; bene anche Unicredit (più 1,96%). In volo It Holding (più 20,96% a 0,71), più volte sospesa al rialzo, e allunghi anche per Txt (più 8,25) e Engineering (più 5,85%).