Riflettori su Marzotto

L’avvio di settimana a Piazza Affari è avvenuto in presenza della «novità», rappresentata dall’Opa lanciata da Unipol su Bnl. Tuttavia il mercato è entrato nella fase delle ferie estive, come lo conferma il calo di scambi, ridottosi a 2,7 miliardi, da una media di oltre 3,5 miliardi della scorsa settimana. Il lieve progresso degli indici, intorno allo 0,10%, risulta in linea con le performance delle altre piazze europee, ma in parte determinato dai progressi realizzati da Fiat, Finmeccanica e Capitalia. Per quanto riguarda i titoli interessati all’Opa Bnl, il titolo della banca romana cresce dell’1,37%, mentre Unipol ha chiuso in calo del 2,17%; sul fronte dell’Opa Bpi, l’ex Popolare Lodi ha chiuso in calo dello 0,6%, mentre Antonveneta è pressoché invariata. Sempre in ambito bancario è proseguito il pressing su Credem (più 1,8%) ai rumors su un possibile interesse da parte di Montepaschi. Tra le variazioni negative Luxottica cede l’1,6%, Autostrade il 2,1%, mentre Actelios cresce del 14,4% e Grandi Viaggi del 13%. È proseguito il risiko sul titolo Marzotto, in calo del 2%, con il passaggio di mano del 9% del capitale, mentre il 14 e 15 luglio risulta che Umberto Marzotto ha acquistato un altro 0,4% del capitale.