Rifondazione attacca l’Ulivo per il Brignole

(...) È chiaro il tentativo da parte della Giunta di mettere le mani nelle tasche dei cittadini».
«Questa politica deve finire», insiste Remo Benzi di Liguria Nuova. Applausi a non finire e poi silenzio, in attesa della risposta dell'assessore al traffico.
«La verità è sempre fastidiosa - continua Merella -, e fa male. In tutte le altre città italiane che oggi hanno le zone blu c'è stata una fase iniziale difficile, dominata dal contrasto e dalla strumentalizzazione politica, ma poi si è risolto tutto».
I cittadini non si convincono e i borbottii sono proseguiti fino al momento in cui Merella ha deciso di ascoltare a porte chiuse i residenti di Carignano sulla questione salata e blu. Le polemiche però nell'Aula Rossa non sono scemate, perchè anche i comitati del Ponente hanno affollato la sala per chiedere di poter parlare col Sindaco e con gli assessori competenti in merito allo spinoso problema della Gronda.
Ennesima riunione attorno ad un tavolo e i cittadini sono stati ascoltati. La seduta consigliare però era destinata a proseguire tra urla e spintoni. A riversarsi in consiglio comunale anche i cittadini di Cornigliano pronti a protestare vivamente contro la Moschea. La Giunta ha programmato un incontro con i comitati il 26 ottobre alle ore 15.
Durante la seduta consigliare è stata presentata dai Democratici di Sinistra, Comunisti italiani, Margherita, Gruppo Misto e Prc una mozione di dura condanna inerente la manifestazione svoltasi giovedì 6 ottobre a Cornigliano. In quella data un folto corteo di protesta si era spinto fino sotto l'abitazione di un consigliere dei Ds.
«Condanniamo l'incivile aggressione verbale e intimidatoria di cui è stato oggetto il consigliere Salvatore Lecce - si legge nella mozione -. Ribadiamo in linea di principio l'assoluta inaccettabilità di minacce e aggressioni verbali e ancor più fisiche dirette contro cittadini o rappresentati delle istituzioni volti ad impedire la libertà di espressione o la manifestazione di persone o di una posizione politica qualunque essa sia e da chiunque sia formulata».
La seduta consigliare si è più volte interrotta tra le grida dei «corniglianesi» e tra un continuo via vai di consiglieri. Il capogruppo dei Ds Simone Farello ed Edoardo Rixi della Lega Nord, corde alla gola, hanno manifestato le loro idee.
Dopo una lunga riunione tra i capigruppo si è approdati alla votazione (su 38 presenti, 37 i si, e un astenuto). «Mi dispiace - dice Rixi -, che il consigliere Lecce si sia sentito intimidito. La manifestazione di giovedì scorso era esclusivamente contro la Moschea che la gente non vuole assolutamente. In quell'occasione non si sono verificati episodi di violenza e quindi non sono disposto ad accettare patenti da delinquente da nessuno».
Per rasserenare gli animi, il capogruppo del Carroccio ha regalato al consigliere dei Ds Simone Farello un simbolico Tapiro, come quelli che quotidianamente Valerio Staffelli consegna a «Striscia la Notizia». Il capogruppo dei Democratici di Sinistra però non sembra abbia gradito il dono.
«Sono indignato che si voglia offendere il partito che rappresento - dice Farello -. Ribadisco che le forze politiche di centro sinistra non si fanno intimidire da questi comportamenti».
Intanto si aprono profonde crepe tra la Giunta e il partito di Rifondazione Comunista. «Abbiamo chiesto delucidazioni in merito al trasferimento del personale degli ex Istituti Doria e San Raffaele perché siamo preoccupati per la sorte dei lavoratori. La presentazione di un articolo 38 a tal proposito poteva essere per l'Amministrazione un'occasione di chiarimento, Il rifiuto di discutere su tale questione è l'ennesima occasione persa».
Rifondazione Comunista spacca anche la Provincia. Gli assessori Marina Dondero e Mauro Solari assieme ad Angelo Bobbio dei Verdi hanno votato contro la delibera della Giunta in merito all'istituzione del Terzo Valico.