Rifondazione comunista non dà solidarietà alle famiglie dei soldati

Il consiglio comunale di Genova condanna chi ha fatto vilipendio dei simboli dei soldati uccisi a Nassiriya mentre svolgevano il proprio lavoro in una missione di pace. Tutti, ma non Rifondazione Comunista che rifiuta di dare solidarietà ai familiari dei caduti di Nassiriya e di condannare le gravi frasi contro i nostri militari e le lugubri immagini di fantocci impiccati e dati alle fiammme. Il documento presentato dal consigliere Remo Benzi, è stato votato all’unanimità, ma si sono fatti notare i due astenuti di Rifondazione Comunista. Il consigliere Benzi ha ritenuto di ricordare che «le nostre Forze Armate permangono in quelle zone di missione con mandato dell’Onu e che rischiano giornalmente la vita, così come è avvenuto a Nassiriya, dove con un vile attentato sono stati uccisi carabinieri, soldati e civili».